Focus sulla filiera dell’auto: Le PMI dell’artigianato sono le protagoniste indiscusse del comparto autoriparazione PDF Stampa E-mail

Imprese, immatricolazioni, parco macchine,  bilancia commerciale: quanto pesa il comparto artigiano dell’autoriparazione in Lombardia? Quanto impatta sul sistema della mobilità? Quanto la crisi ha cambiato il mercato dell’auto e il modo di lavorare delle imprese?
 
In occasione della trentunesima edizione del Premio Confartigianato Motori, l’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia ha realizzato un focus sulla filiera auto e moto che mette in evidenza l’importanza ricoperta dalle piccole imprese e dall’artigianato in questo spazio di mercato.
 
L’artigianato è infatti il protagonista indiscusso del comparto autoriparazione: sul territorio lombardo si contano oltre 11 mila imprese, che rappresentano 82% del totale.
 
Il 61,3% degli addetti coinvolti nel settore operano in imprese con meno di 20 addetti, e sono più del 97% le imprese di micro e piccole dimensioni presenti nella filiera.
 
Anche se il mercato dell’auto è stato tra quelli che maggiormente hanno risentito della crisi, i dati rivelano l’aumento costante di autovetture con alimentazione alternativa che porterà al costituirsi di un parco macchine circolante più efficiente dal punto di vista energetico e a minor impatto ambientale.
 
Anche le imprese del settore dovranno adeguarsi a questi sviluppi, aggiornandosi nelle competenze e nella tecnologia per restare al passo con le novità che si affacciano per il comparto.